Guida agli etti della Nuova Aquitania

La creazione di etti è uno strumento essenziale per raggiungere l’obiettivo nazionale di integrazione in un’occupazione sostenibile. Le azioni ETTI sono destinate alle persone che incontrano difficoltà nell’accesso al lavoro.  L’obiettivo della società di lavoro temporaneo è l’integrazione sociale e professionale di queste persone in difficoltà.

Cos’è un ETTI?

L’ETTI (Entreprise de travail temporaire d’insertion) è un’agenzia di lavoro temporaneo con uno scopo sociale e professionale. Un ETTI è anche conosciuto come un’agenzia di lavoro temporaneo o un’agenzia di collocamento. L’obiettivo di un etti è l’integrazione professionale delle persone che hanno difficoltà di accesso al lavoro. Le missioni dell’etti consistono nel monitoraggio, nella supervisione, nel sostegno sociale e professionale di queste persone. L’azienda temporanea assume e fornisce a queste persone in difficoltà le competenze necessarie per accedere ai lavori convenzionali.

Una società di lavoro temporaneo è soggetta a tutti gli obblighi e regolamenti relativi alle società di lavoro temporaneo tradizionali. È una struttura legalmente autonoma. Può avere lo status di un’associazione o di una società commerciale. Tra i beneficiari dell’ETTI, ci sono lavoratori riconosciuti come disabili, persone in cerca di lavoro a lungo termine e beneficiari di RSA.

L’ETTI è una struttura per l’integrazione attraverso l’attività economica. Offre a questi beneficiari un contratto temporaneo.

Funzionamento dell’ETTI

Le ETTI mirano ad aiutare i disoccupati e le persone che hanno particolari difficoltà d’integrazione. La società di integrazione del lavoro temporaneo (ETTI) offre a queste persone incarichi presso varie aziende e in diverse attività. L’azienda offre un contratto di lavoro temporaneo per un periodo di tempo limitato. Questa durata può essere da 18 a 24 mesi. Durante la durata del contratto, la società di lavoro temporaneo effettua un follow-up socio-professionale dei lavoratori assunti. Il beneficiario lavora come dipendente dell’ETTI.

L’ETTI svolge quindi un’azione sociale. Il suo obiettivo principale è l’integrazione sociale e professionale. E l’integrazione professionale aiuta a combattere l’esclusione. La missione svolta dall’ETTI è generalmente finanziata dallo Stato. Tuttavia, per beneficiare di questo finanziamento, un’impresa di inserimento lavorativo temporaneo deve essere approvata dallo Stato. Lo Stato offre un aiuto per i posti di integrazione, che comprende un importo di base e un importo modulato. La parte modulata è compresa tra lo 0% e il 10% dell’importo di base. Altri organismi come Pôle Emploi e le autorità locali possono anche fornire finanziamenti specifici. Le ETTI possono anche richiedere un fondo di integrazione dipartimentale o FDI per aiutare l’avvio e lo sviluppo della loro attività.

ETTI in Nuova Aquitania

La Nuova Aquitania è la più grande regione della Francia, un territorio di 84 100 km2 con 12 dipartimenti. La regione della Nuova Aquitania ha attualmente una popolazione di quasi 6 milioni di abitanti.

La Regione mette in atto azioni relative all’occupazione e all’integrazione professionale. Attualmente ci sono una decina di ETTI (imprese di inserimento lavorativo temporaneo) nella Nuova Aquitania. Le ETTI realizzano missioni di integrazione per persone con difficoltà sociali e professionali. Concludono contratti di missione con aziende clienti che lavorano in uno specifico settore di attività. Queste persone in difficoltà saranno assunte, pagate e accompagnate. Il salario ricevuto da una persona assunta da un etti deve essere superiore al salario minimo.

La creazione dell’ETTI ha portato molti vantaggi agli abitanti della regione. L’aiuto di un’azienda di lavoro temporaneo permette di integrare rapidamente un’azienda. Le attività svolte da queste società d’integrazione permettono anche il sostegno individuale e la riqualificazione professionale dei dipendenti. Le aziende utilizzatrici beneficiano anche dei vantaggi dell’assunzione temporanea di questi dipendenti ETTI.